Audioguida Matera, I Sassi - Francesco Pinto

FRANCESCO PINTO
FRANCESCO PINTO
Vai ai contenuti
La denominazione Sassi si riferisce alle caratteristiche morfologiche del territorio: due aspre vallette che circondano la Civita e che sino all’inizio del secolo scorso, erano attraversate dalle acque di due grabiglioni (trattasi di solchi di erosione fluviale, a regime torrentizio e alimentati dalle acque di ruscellamento superficiale provenienti dalle colline occidentali; agli inizi del Novecento vennero coperti divenendo i cardini del sistema viario dei Sassi: via Fiorentini nel Barisano e via Buozzi nel Caveoso).

I Sassi rappresentano l'antico nucleo urbano di Matera; la definizione più appropriata che ne è stata data è quella di “rioni pietrosi abitati”, senso con cui viene adoperata in un documento del1204. Costituiscono un sistema urbano ed abitativo molto particolare sviluppandosi in una vorticosa e caotica successione di vicoli ed abitazioni.

La struttura dei Sassi e gli elementi funzionali che li caratterizzano rispondono ad esigenze di sopravvivenza e di adattamento, solo più tardi con la pubblicazione del Cristo si è fermato ad Eboli di Carlo Levi (1945); con il riconoscimento, avvenuto nel 1993, da parte dell'UNESCO quale patrimonio dell'umanità ed in ultimo, nel 2016, il riconoscimento da parte dello Stato Italiano di assegnare alla città di Matera il titolo di Capitale Europea della Cultura 2019 i Sassi hanno riscattato il loro modo di essere conquistando di diritto la partenenza ad un qualcosa di culturalmente prezioso imponendosi così all'attenzione di un turismo internazionale di qualità.


audioguida su app izi.TRAVEL

MATERA, I SASSIAudioguida su app izi.TRAVEL

Credit:
Voce: IT Francesco Pinto



Alberobello
(Bari)
349 058 8836
FRANCESCO PINTO
Informativa Cookie | Informativa sulla Privacy |© Copyright 1998-2017 info@francescopinto.it | Designed by F.sco Pinto
Torna ai contenuti